Celia chi? Ah! La figlia del Roundup … dice

E ora esce fuori pure questa, la notizia allarmante (no, ma quando mai?) che la Celiachia sia provocata dal diserbante Roundup della Monsanto. 

A parte che non basta uno studio a dimostrare la tossicità di un prodotto ( lo studio in questione sarebbe Glyphosate, pathways to modern diseases II: Celiac sprue and gluten intolerance, di Stephanie Seneff e co., pubblicato nella rivista on-line Interdisciplinary Toxicology nel 2013) tanti dubbi mi affollano la mente ai quali dovrò andare a cercare una risposta:

Numero uno: ma la Celiachia non era un’alterazione genetica ereditaria del cromosoma 6, più specificatamente dei geni del sistema HLA DQ2 e DQ8 (riassumendo) , che provoca una reazione autoimmune al contatto con la gliadina nella mucosa intestinale? Quindi se tale alterazione c’è già dalla nascita, quale sarebbe il ruolo del Roundup?  per capire…

Effettivamente la celiachia esiste in tante forme, tutte accomunate dalla presenza dei geni suddetti sotto forma anomala, tipica, atipica, e pure silente, latente e potenziale. Di queste ultime 3, secondo i terroristi, ti devi preoccupare. Si, TU ! Proprio TU potresti essere celiaco!!!

Niente panico. Disponetevi in fila per due ed andrà tutto bene…

Accettando che il Roundup abbia qualche colpa (ed effettivamente i diserbanti non è che siano proprio fitoterapici) quale sarebbe? Quella di determinare la comparsa dei sintomi della Celiachia che fino all’età adulta anche inoltrata non si erano manifestati?
Se si, attraverso quale processo biochimico e fisiologico? Non lo dico per provocare perché davvero cosa succede non si sa, si suppone, e io da brava bambina capricciosa lo voglio sapere !

Altri dubbi invadono la mia capoccia malata: i celiaci per non avere più manifestazioni patologiche della malattia eliminano gli alimenti contenenti glutine ma continuano ad mangiare a carrettate altri cereali quali riso, mais, miglio, quinoa ecc, ecc.
Ma il Roundup si usa pure su di loro !!!! ( Etichetta Roundup Bioflow per fare un esempio). Cos’è che non mi torna pensando a questa semplicissima considerazione?
Cioè, io non sono celiaco, il Roundup sul frumento mi ci fa diventare, allora io mangio tutto tranne il glutine che sta nel grano e simili ma continuo ad avvelenarmi col diserbante che mi peggiora la situazione?

Last but not least: secondo l’articolo che mi ha provocato questa crisi di scetticismo e curiosità insieme, lo schema qui sotto dovrebbe parlare da solo, mostrando una correlazione quasi perfetta tra aumento dell’uso di diserbante Monsanto negli anni ed aumento dell’incidenza del morbo celiaco.

Ok, c’è un picco nel 2009 sia per l’uso del Glifosato che per la registrazione di nuovi casi di Celiachia. Ma il picco del 2003 allora? Il Roundup è responsabile della situazione da un certo periodo ma prima no ?
Ma non sarà che fino al 1988 per fare una diagnosi ci volevano 3 biopsie e che solo ora, nel XXI secolo, si stanno diffondendo controlli massivi con tests di screening?

Troppe domande, troppe… io sono solo una povera studentessa che non riesce a spiegarsi le cose…meglio dormirci su…


Fonti:

– INRCA : Malattia celiaca e significato degli aplotipi HLA DQ2 e DQ8

– AICPiemonte: Storia ed epidemiologia della Celiachia

Precedente 5 porzioni in una quiche per Ferrarrosto Successivo Senza di lui la Soia non sarebbe un OGM...forse. E' tutta colpa del Glifosato: episodio 2.