Crema cotta A.C.E.

Sarà il brutto tempo, lo studio compulsivo e disperato o il fatto che nonostante tutto sia tremendamente felice, ma durante queste settimane sono culinariamente moooolto produttiva ! Ieri sera mi sono accorta che mancava la colazione, allora mi sono messa a cercare qualche cosina di semplice, un po’ da nonna, da mangiucchiarmi con il caffè nello stato catalettico delle 9:00 tipico da studentessa universitaria.
La voglia di fare il Pandoro mi aveva portato in questi giorni ad imbattermi in una serie di pani con lievito madre, ma non solo, anche dei cake chiamati impropriamente “bread”, vai a capire tu perché, descritti in svariati siti anglofoni,  come questo Carrot Apple Bread.
L’ho trovato piuttosto adatto alla mia voglia di dolce leggero e poco impegnativo, solo che ho dovuto leggermente modificarlo a causa dell’uso di alcuni ingredienti che 1. non avevo intenzione di andare a comprare e 2. qui in Italia sono un po’ meno reperibili.
Poi non mi andava la cannella e la noce moscata nei dolci non mi fa impazzire. Insomma alla fine è venuta fuori una cosa completamente diversa, addirittura dietetica, molto simile ad una crema cotta. Per questione di disponibilità, al posto della panna acida ho usato lo yogurt magro.
Una botta di vitamina C, Beta carotene, fruttosio, fibre. Ricorda un po’ il succo di frutta al gusto ACE. Permette pure di seguire il famoso consiglio di mangiare frutta a colazione, solo senza vederla…. no, non fateci caso, cucinate e basta, sotto esame mi viene la deformazione professionale 😉

Crema Cotta A.C.E.

  • 1 uovo grande
  • 120 ml olio di semi (meglio se poco aggressivo come sapore. Scegliete quello che preferite)
  • 200 g di zucchero
  • 50 g di yogurt magro 0,1 %
  • 30 g latte parzialmente scremato
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza grattugiata di 1 arancia
  • 200 g farina 00
  • un pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci (io uso quello del lidl)
  • 1 carota grande grattugiata a pezzi grossi.
  • 1 mela golden grattuciata (tipo a pappetta come per i bambini)

Preriscaldare il forno a 180 °C. Imburrare e infarinare lo stampo da plum cake da 20 cm di lunghezza.
In una insalatiera grande unire assieme tutti gli ingredienti fino alla scorza grattugiata di arancia. Mixare e poi aggiungere a mano la farina ed il lievito. Infine, sempre lentamente, aggiungere la carota e la mela. Amalgamare bene e versare il composto nello stampo.
Cuocere per un tempo variabile da 40 a 55 minuti (dipende dalla quantità di acqua contenuta nella mela e nella carota). L’impasto risulta comunque sempre un po’ bagnato prima di raffreddarsi, quindi alla prova stecchino l’importante è che vengano su almeno alcune briciole. Far raffreddare per 15 minuti poi togliere lo stampo.
Libera meglio la freschezza se conservata in frigo. Mi sembra piuttosto adatta a fare da farcia alternativa per qualche simil cheesecake americano estivo, e non solo per il bellissimo colore giallo sole ! Con questo freddo c’è bisogno di pensare all’estate!

DSCF7799

DSCF7801
La versione monoporzione. Chissà perché proprio in questo periodo mi sono venuti in mente 2 cuori ….

 

DSCF7819
E la versione a cake

DSCF7810

 

<a href=”http://www.bloglovin.com/blog/13580093/?claim=ju2vhjwwuh3″>Follow my blog with Bloglovin</a>

Precedente AMika Bons Bons al torrone: non si può tenere il biscotto in due tazze! Successivo Il suo nome è Pane Buono. E basta questo.